Consorzio Eja

Il progetto. Il PROGETTO EJA, nato dall’incontro tra il circuiti di moneta complementare SARDEX e TERRA DE PUNT, risponde all’esigenza delle aziende di appropriarsi dei canali di comunicazione in modo interattivo – dal web al digitale terrestre – riunendo la realizzazione di prodotti culturali di alta qualità, alla promozione delle imprese e dei territori. EJA è un progetto glocal, capace di riunire persone e aziende, di promuovere il lavoro, la cultura e il territori.

Aziende e culture. Ogni azienda è, in qualche maniera, espressione del territorio nel quale sorge. Questo rapporto è stato fino a oggi spesso trascurato e mal gestito dai mass media. Il progetto EJA, intende intervenire sulla relazione proficua tra le imprese, i lavoratori, i consumatori e i territori, offrendo loro una opportunità di interrelazione commisurata alle potenzialità di ciascuno, attingendo in maniera efficace a tutto ciò che la cultura locale già offre: le lingue, le culture, le economie di rete.

Circuiti e territorio. Il circuito della moneta complementare nato in Sardegna e in molte altre regioni italiane, dimostra che la capacità di fare rete e collaborare all’interno dei territori favorisce lo scambio interno e allo stesso tempo funge da volano per le relazioni con altre aziende e altri luoghi, spesso lontani, anche culturalmente.

L’obiettivo del progetto EJA è quello di riunire in un percorso coerente i circuiti e gli investimenti promozionali – sia interni sia esterni – delle singole aziende. Il progetto EJA intende offrire a tutte le aziende dei circuiti, ma anche a imprese esterne, la possibilità di investire nella propria comunicazione in un ambito coerente con la propria mission e con il proprio territorio. Il progetto EJA nasce dalla convinzione che, nella vastità del web e dell’etere televisivo, sia necessario ritagliarsi lo spazio in virtù della propria specificità culturale, linguistica, produttiva, dei propri altrimenti limitanti confini.

La public company. Il progetto EJA è frutto di una elaborazione nata all’interno dei circuiti delle monete complementari in Italia e in particolare in Sardegna. Il circuito SARDEX, precursore dei circuiti in Italia conta oggi circa 2500 aziende, espressione di tutto il territorio dell’isola e di tutti i settori produttivi. Il circuito offre alle aziende tutti i benefit derivanti dalla rete, anche dal punto di vista della comunicazione, attraverso riviste, newsletter, eventi. EJA, intende riunire in un percorso narrativo coerente tutte le opportunità di rete e comunciazione delle aziende. EJA si configura, pertanto, come una public company – una società ad azionariato diffuso – rappresentata dal circuito, che opera per il circuito e per le aziende del circuito.

La collaborazione EJA-SARDEX. Il progetto EJA intende riformare il rapporto tra aziende e mezzo di comunicazione, sia web sia TV, rovesciando ipso facto la prospettiva degli elementi in campo. EJA non si regge sulla occasionale partecipazione delle aziende, ma è espressione e interprete delle aziende stesse. EJA crea un legame saldo tra aziende e concessionaria, ponendo le basi per un progetto con prospettive temporali slegate dalla contingenza dell’introito pubblicitario estemporaneo, permettendo comunque a ogni impresa di investire in un canale pluralista, moderno e legato al territorio, che offre dei servizi e che è una vetrina privilegiata per gli associati.

Tutti i contenuti realizzati da EJA confluiranno in un portale www.ejatv.com, nel quale, sono inseriti anche tutti gli spot realizzati e che le aziende possono condividere a loro volta, autonomamente, su altri canali e sul digitale terrestre.

Mission. EJA è la TV dei sardi. È la TV delle lingue della Sardegna.

INNOVASIl magazine di Sardex
AperiUmbrex in Black
di Redazione
Umbrex Academy
di Redazione
Mauro Sirigu: «Con Sardex nuovi prodotti sugli scaffali e clientela in più»
di Giovanni Runchina
Vacanze in crediti?? Detto, fatto!!
di Stefania Marchiano
Festa Venetex per i 500 aderenti
di Giovanni
Visioni d’impresa – Umbrex
di Redazione
I soldi danno la felicità
di Redazione
Startup in primo piano: il Circuito Umbrex nel blog di Rossella Sobrero
di Redazione